PREMESSA

Nell'ambito del Settore Viabilità della Provincia di Catanzaro è istituito il Servizio Gestione e Tutela della Rete Stradale, che provvede alla gestione delle strade provinciali di propria competenza, e delle loro pertinenze. 

In particolare le competenze del servizio sono:

1. L’istruttoria tecnico-amministrativa che adotta i provvedimenti di Autorizzazione , Concessione e Nulla-osta stradali di propria competenza in materia di viabilità e quindi provvede all’emissione di atti utili alla costruzione o alla modifica di accessi stradali, recinzioni, costruzioni e ricostruzioni in fascia di rispetto, attraversamenti e fiancheggiamenti sede stradale con reti di pubblici servizi, occupazioni di suolo pubblico temporanee o permanenti;

2. L’istruttoria tecnico-amministrativa che adotta i provvedimenti in materia di autorizzazioni e Nulla-osta stradali per la collocazione di mezzi pubblicitari;

3. Le attività di verifica della corretta esecuzione dei provvedimenti amministrativi in materia di viabilità, che svolge attività di polizia stradale per le competenze del servizio e predispone i provvedimenti/atti da adottare in merito agli esposti, ai verbali di accertamento delle sanzioni delle violazioni al codice della strada di competenza dell'area.

Dirigente: Dott. Ing. Floriano Siniscalco
Responsabile del Servizio: Geom. Alfredo Amelio
Pec:concessionistradali@pec.provincia.catanzaro.it

L’ufficio è disponibile, al pubblico, nei giorni di Lunedì, Martedi e Venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00; diversamente - per motivate esigenze - è possibile concordare relativo appuntamento. 

COMPETENZA TERRITORIALE

La nostra competenza si estende per tutta la lunghezza delle Strade Provinciali.

Una differenziazione molto importante va fatta per i tratti di strade provinciali che attraversano i centri abitati dei sessanta Comuni presenti nella provincia di Catanzaro.

Per "centro abitato", si intende l'insieme di edifici, delimitato lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e fine come deliberato dai Comuni ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. n. 285 del 1992, a condizione che sia stato redatto il verbale di constatazione dei limiti di centro abitato tra l'Ente proprietario della strada ed il Comune medesimo.

Ai sensi dell’art. 26 del CdS, nei tatti interni delle Strade Provinciali (tratti che attraversano il centro abitato così come definito dal CdS) si possono incontrare due situazioni:

Centro abitato superiore a 10.000 abitanti: le strade divengono comunali, e quindi oneri ed onori passano totalmente in capo al Comune;

Centri abitati inferiore a 10.000 abitanti: le strade rimangono di proprietà della Provincia. Per il rilascio delle autorizzazioni e le concessioni l’utenza dovrà presentare istanza alla Provincia che rilascerà nulla­osta tecnico, che provvederà ad inviare al Comune competente tenuto a rilasciare il provvedimento amministrativo (autorizzazione o concessione).

PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI

1. Autorizzazione: Con questo provvedimento la Provincia autorizza il richiedente ad esercitare un diritto o un potere di cui quest'ultimo è già titolare, ma il cui esercizio è subordinato ad una preventiva verifica della sua compatibilità con gli interessi pubblici.

Ipotesi di opere sottoposte al rilascio di Autorizzazione sono:

l'apertura di nuovi accessi e nuove diramazioni dalle strade ai fondi o fabbricati laterali;

la trasformazione e la variazione d'uso di accessi, di diramazioni e di innesti già esistenti;

le opere, i depositi, i cantieri stradali e i ponteggi, a carattere temporaneo, sulle pertinenze provinciali, sulle pertinenze della sede stradale, sulle fasce di rispetto e sulle aree di visibilità stradali;

qualsiasi occupazione sulle pertinenze della sede stradale, sulle fasce di rispetto, comprese quelle in occasione di fiere e mercati, con veicoli, baracche, chioschi, edicole od altre installazioni anche a carattere provvisorio;

autorizzazioni per la collocazione di mezzi pubblicitari in prossimità delle strade o in vista di esse;

2.Concessione: Questo tipo di provvedimento viene rilasciato a chi intende eseguire opere ed attività che implicano un uso eccezionale della sede stradale (sue pertinenze e aree circostanti) ma per le quali - al contrario delle Autorizzazioni - non esiste in capo al richiedente la titolarità di un diritto soggettivo.

In altre parole, con questo tipo di provvedimento il nostro Ente concede all'interessato l'esercizio (ma non la titolarità che rimane sempre in capo alla Provincia) del "potere o della facoltà " di eseguire le opere di che trattasi.

Tecnicamente essa può essere definita come un provvedimento amministrativo con cui la Provincia conferisce ex novo l'esercizio di posizioni giuridiche attive al destinatario, ampliandone così la sua sfera giuridica.

All'atto del rilascio di questo tipo di atto, il concessionario deve sottoscrivere, a titolo di accettazione, un atto denominato disciplinare che prevede specificatamente non solo i diritti ma anche gli obblighi e le modalità con cui deve essere esercitata la concessione. Ipotesi di opere sottoposte al rilascio di Concessione sono:

gli attraversamenti , l' uso e l' occupazione del demanio stradale con corsi d'acqua, condutture idriche, linee elettriche e di telecomunicazione, sia aeree che in cavo sotterraneo, sottopassi e sovrappassi, teleferiche di qualsiasi specie, gasdotti, serbatoi di combustibili liquidi o con altri impianti ed opere, che possono comunque interessare la proprietà stradale;

le opere, i depositi e i cantieri stradali sulle strade e loro pertinenze nonché l'occupazione di suolo pubblico stradale mediante impalcature, installazioni, manufatti e simili di tipo permanente;

la gestione di pertinenze stradali costituite da aree di servizio, di parcheggio o ristoro;

3.Nulla-osta: Per nulla-osta s'intende un atto con cui un'autorità amministrativa (nel caso specifico la Provincia) esplicita le proprie indicazioni e prescrizioni in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorità, ad esempio il Comune.

Esso, dunque, in considerazione del fatto che interviene in un procedimento finalizzato all'adozione di un provvedimento principale, è configurabile come atto strumentale di un procedimento complesso.

Nel nostro caso, il Nulla-osta è un atto rilasciato per tutte le opere elencate ai precedenti punti 1) e 2) da eseguire all'interno della delimitazione del centro abitato di Comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti, dove la competenza al rilascio del provvedimento (autorizzazione/concessione) è in capo al Comune ai sensi dell’art. 26 del CdS, previa acquisizione del prescritto nulla-osta dell’ente proprietario della strada.

Il rilascio del nulla osta provinciale è subordinato alla presentazione della domanda di autorizzazione o concessione da parte dell'interessato, corredata da tutti gli allegati tecnici necessari al corretto esame della pratica nonché della ricevuta di avvenuto pagamento degli oneri di istruttoria a favore della Provincia per il rilascio dell'atto amministrativo.

Dopo l’emissione del prescritto nulla-osta è la provincia stessa a trasmetterlo al Comune di competenza per l’emissione dell’atto amministrativo.

MODULISTICA CONCESSIONI

Ogni domanda dovrà essere corredata dagli allegati tecnici specifici per il tipo di opera richiesta (scegliere dall'’elenco in fondo alla pagina).

MODELLO 1

VEDI FACSIMILE

Rilascio, rinnovo o modifica di autorizzazioni, nulla osta e concessioni relative a:

1.Costruzione fabbricati e balconi nelle fasce di rispetto delle SS.PP.
2.Costruzione muri di cinta
3.Costruzione recinzioni
4.Costruzione distributori carburante e depositi di infiammabili
5.Occupazione di suolo pubblico
6.Attraversamento sede stradale con condutture sotterranee e fognature
7.Demolizioni, occupazione di opere ed atterramenti piante
8.Costruzione di muri di sostegno ed occupazione scarpate
9.Costruzione per diramazione ed accessi
10.Installazione condutture aeree
11.Occupazione provvisoria suolo pubblico
12.Fiancheggiamento sede stradale con condutture sotterranee e fognature 


MODELLO 2

VEDI FACSIMILE

Regolarizzazioni di opere realizzate senza titolo relative a:

1.Costruzione fabbricati e balconi nelle fasce di rispetto delle SS.PP.
2.Costruzione muri di cinta
3.Costruzione recinzioni
4.Costruzione distributori carburante e depositi di infiammabili
5.Occupazione di suolo pubblico
6.Attraversamento sede stradale con condutture sotterranee e fognature
7.Demolizioni, occupazione di opere ed atterramenti piante
8.Costruzione di muri di sostegno ed occupazione scarpate
9.Costruzione per diramazione ed accessi
10.Installazione condutture aeree
11.Occupazione provvisoria suolo pubblico
12.Fiancheggiamento sede stradale con condutture sotterranee e fognature 


MODELLO 3

VEDI FACSIMILE

1.Voltura inter vivos (peril cambiamento di titolarita di seguito a passaggio di proprieta) di autorizzazioni, nulla osta, concessioni gia rilasciate.
2.Subentro mortis causa (causa morte dell''intestatario) di autorizzazioni, nolla osta, concessioni gia rilasciate.


MODELLO 4

VEDI FACSIMILE

Richiesta verifica dell'effettiva occupazione di suolo pubblico

1.Accertamento requisiti passe carrabile "a raso" .
2.Passo carrabile su strada provinciale soggetto ad imposizione da parte del comune
(comma 4° art. 38 d.lgs. 507/93, centri abitati superiore a 10.000 abitanti) .
3.Occupazione di suolo pubblico mai realizzata.
4.Verifica dimensioni.
5.Chiusura accesso carrabile.


MODELLO 5

VEDI FACSIMILE

Richiesta proroga esecuzione lavori autorizzati o concessi.


MODELLO 6

VEDI FACSIMILE

Rilascio o rinnovo di autorizzazione o nulla osta:

1.lnsegna di esercizio.
2.Cartello pubblicitario.
3.Freccia di indicazione. 
4.Preinsegna.
5.Sorgente luminosa.


MODELLO 7

VEDI FACSIMILE

Rilascio o rinnovo di autorizzazione temporanea o nulla osta temporaneo:

1.Manifesti/o.
2.Cartelli.
3.Striscione.
4.Freccia di indicazione.
5.Altri mezzi pubblicitari
(striscione, locandina, stendardo, segno orizzontale reclamistico, impianto pubblicitario di servizio elo di propaganda).


MODELLO 8

VEDI FACSIMILE

Modifica del messaggio pubblicitario autorizzazione gia rilasciata.